Donazione e raccolta del sangue cordonale: il Ministro Lorenzin conferma, procedure adeguate a tutelare madre e bambino. Roma, 02.08.2015

beatrice-lorenzinIl Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, a seguito dell’interrogazione parlamentare presentata dall’onorevole Adriano Zaccagnini, che chiedeva chiarimenti riguardo al programma nazionale di donazione solidale del sangue cordonale, ribadisce e sottolinea che la procedura di donazione e raccolta “è adeguata a tutelare la salute della madre e del neonato donatore, da un lato, e a garantire la conservazione di unità cordonali conformi agli standard di cellularità richiesti per il trapianto, offrendo importanti opportunità terapeutiche a molti pazienti”.

In sostanza, dunque, il Ministro conferma  la valenza sociale e sanitaria della donazione solidale del sangue cordonale, bene comune da raccogliere e conservare nelle banche pubbliche: oltre 1.300 sono le unità già utilizzate per i trapianti.

 

APPROFONDISCI:

Info risposta Lorenzin SCO

Atto Camera Ministro Lorenzin Sangue Cordonale